Italiano IV Anno Materie

Il Romanticismo

Dopo la caduta di Napoleone, le nazioni europee si accordano per tornare agli equilibri che avevano caratterizzato l’antico regime. Tuttavia i sentimenti di indipendenza e libertà diffusi dalla Francia rivoluzionaria avevano finito per rafforzare i sentimenti nazionali in Italia, Belgio, Germania e Spagna. Cresce così il malcontento per la dipendenza politica da paesi stranieri, che porterà allo scoppio di moti nazionali.

 

Il Romanticismo è un movimento culturale che si sviluppa in Germania a partire dagli ultimi decenni del Settecento e i primi decenni dell’Ottocento. Nasce come reazione all’Illuminismo e al neoclassicismo, cioè alla razionalità e al culto della bellezza classica. A queste vengono contrapposte la spiritualità, l’emotività, la fantasia, l’immaginazione e soprattutto l’affermazione dei caratteri individuali d’ogni artista.

Il termine “Romanticismo” viene applicato per primo da Friedrich von Schlegel (1772) alla letteratura da lui considerata “moderna” e contrapposta a quella “classica”.  Secondo filosofi come Arthur Schopenhauer, che si rifanno in parte a Johann Gottlieb Fichte, l’uomo, essere finito, tende all’infinito, cioè è alla costante ricerca di un bene o di un piacere infinito, mentre nel mondo finito a sua disposizione non trova che risorse limitate. Questo fa sì che l’uomo senta un vuoto, una mancanza, che lo relega in una inevitabile situazione di infelicità.

L’arte romantica non seguire i canoni classici ma accoglieva anche il brutto, il deforme, perché ogni aspetto della vita e reso poetico del sentimento. I romantici ammiravano i classici e molti vennero in  Italia e in Grecia per ispirarsi alle fonti della classicità; erano tuttavia convinti che l’arte moderna non dovessi invitare i modelli classici bensì esprimere l’anima e sentimenti del poeta. A capo l’amore per la spontaneità portuali saltare così popolari, leggende, favole e proverbi che contengono la saggezza dei popoli. I romantici amavano il mondo contadino con le sue passioni elementari la religiosità semplice sincera, avventarono molti romanzi in ambienti rurali, usando linguaggio diretto del popolo.

Il romanticismo italiano, realista e meno legato di quello nordico a temi fantastici, ti interessa il problema del vero storico assegno alla letteratura la funzione di diffondere gli ideali risorgimentali di libertà e unità nazionale. Appartenere a questa corrente Giuseppe Mazzini, Vincenzo Gioberti ma lo scrittore più importante fu Alessandro Manzoni, autore dei promessi sposi. Il romanticismo italiano produsse romanzi storici, ballate, operai dialettali e di memorialistica.

Il Romanticismo si rifà in linea di massima alla necessità di attingere all’infinito. A causa di ciò sono spesso ricorrenti alcuni punti cardine come:

  • Assoluto e titanismo: caratteristica inequivocabile del Romanticismo è la teorizzazione dell’assoluto, l’infinito immanente alla realtà (spesso coincidente con la natura) che provoca nell’uomo una perenne e struggente tensione verso l’immenso, l’illimitato. Questa sensibilità nei confronti dell’assoluto si identifica nel titanismo: viene paragonata dunque allo sforzo dei Titani che perseverano nel tentativo di liberarsi dalla prigione imposta loro da Zeus, pur consapevoli di essere stati condannati a restarci per sempre.
  • Sublime: secondo i romantici, l’infinito genera nell’uomo un senso di terrore e impotenza, definito sublime, che non sono tuttavia recepiti in modo violento, tali da deprimere il soggetto, ma al contrario l’incapacità e la paralisi nei confronti dell’assoluto si traduce nell’uomo in un piacere indistinto, dove ciò che è orrido, spaventevole e incontrollabile diventa bello.
  • Sehnsucht: dal tedesco traducibile come desiderio del desiderio o male del desiderio. È la diretta conseguenza di quanto sperimenta l’uomo nei confronti dell’assoluto, un senso di continua inquietudine e struggente tensione, un sentimento che affligge il soggetto e lo spinge a oltrepassare i limiti della realtà terrena, opprimente e soffocante, per rifugiarsi nell’interiorità o in una dimensione che supera lo spazio-tempo.

 

L'Autore

Avatar

Rescue

Aggiungi Commento

Scrivi un commento

Facebook

Commenti recenti